Documenti per l’espatrio

Tutti gli studenti che si recano all’estero devono essere in possesso di un documento di identità PERSONALE valido per l’espatrio, in corso di validità, che a seconda del paese di destinazione può essere:

PASSAPORTO INDIVIDUALE
Valido per ogni paese e a qualsiasi età. E’ consigliabile richiedere agli uffici di polizia un aggiornamento della fotografia del possessore qualora il passaporto ne riporti una in cui la persona ha un aspetto troppo diverso da quello attuale. Per chi deve partire raccomandiamo di visitare il sito del Ministero degli Affari Esteri seguendo questo link www.viaggiaresicuri.it : selezionate poi dal menù a tendina il Paese dove intendete recarvi ed avrete tutte le informazioni di cui avete bisogno per il viaggio inclusa l’indicazione per l’eventuale validità residua richiesta per il passaporto.
Per ulteriori informazioni vai sul sito della polizia di stato.

CARTA DI IDENTITÀ
Valida per l’espatrio per destinazioni europee. La carta di identità può essere fatta a qualsiasi età ma ha una scadenza temporale diversa a seconda dell’età e non è valida per tutti i paesi.
A tale proposito il Ministero degli Affari Esteri segnala che spesso comportano notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) sia le carte d’identità in formato cartaceo rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza, sia quelle in formato elettronico rinnovate con il foglio di proroga rilasciato dal Comune, sia le carte d’identità la cui validità sia stata prorogata fino al giorno della propria data di nascita, come disposto dal recente Decreto – Legge del 09.02.2012, n. 5, art. 7, comma 1, emanato con la Circolare del Ministero dell’Interno n. 2 del 10.02.2012. A puro titolo informativo si comunica che il suddetto Decreto stabilisce che le carte di identità rilasciate o rinnovate dopo il 10 febbraio 2012, devono considerarsi valide fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo. Per ulteriori informazioni ed aggiornamenti consultare il sito www.viaggiaresicuri.it ed il sito della polizia di stato.

PRIMAVERA VIAGGI NON È RESPONSABILE DI EVENTUALI VARIAZIONI RIGUARDANTI I DOCUMENTI DI ESPATRIO, RISPETTO A QUANTO RIPORTATO IN QUESTO CATALOGO
Vi raccomandiamo quindi di verificare la validità dei vostri documenti per tempo e prima della partenza con le autorità competenti! Per tutti gli aggiornamenti sulla normativa dei documenti validi per l’espatrio dei minori vi invitiamo a visitare la pagina della polizia di stato nella sezione passaporto all’indirizzo www.poliziadistato.It oppure contattare la vostra questura di riferimento.

 

Regno Unito, Irlanda, Malta, Spagna, Portogallo, Francia, Germania
Carta d’identità valida per l’espatrio. Per chi avesse la carta di identità rinnovata con timbro apposto dal Comune di residenza sul retro del documento, si consiglia di fare una nuova carta di identità perché alcune compagnie aeree ed alcuni paesi non riconoscono tale procedura di rinnovo.

Passaporto con microchip elettronico inserito nella copertina, unico tipo di passaporto rilasciato in Italia dal 26 ottobre 2006. Per passaporti emessi in precedenza, occorre consultare il sito della Polizia di Stato. È obbligatorio l’ESTA (Electronic System for Travel Authorization), che si ottiene online (costo: 14 dollari, pagabili esclusivamente con carta di credito) e ha durata di 2 anni. Se si frequenta un corso che prevede un soggiorno superiore a 90 giorni o che preveda più di 18 ore effettive di lezioni a settimana è necessario il visto di studio (F1), che si ottiene con un colloquio al consolato di Roma, Milano, Firenze o Napoli, presentando il modulo I20, fornito dalla scuola, il passaporto, il modulo DS160 compilato online, una foto tessera; una prova di possesso di fondi (lettera della banca); la ricevuta della tassa consolare di circa 130 $ (da pagare con bonifico online); la ricevuta del pagamento della tassa SEVIS di USD 200 (pagabile online esclusivamente con carta di credito).
Importante: la TSA (Transportation Security Administration) può aprire forzatamente i bagagli di chi si reca negli USA sigillati per effettuare controlli. Consigliamo di acquistare i lucchetti con meccanismo di chiusura riconosciuto dalla TSA; i negozi specializzati in articoli da viaggio sanno indicare il tipo di lucchetto necessario.

Passaporto in corso di validità per soggiorni fino a tre mesi. Visto d’ingresso non necessario per soggiorni turistici inferiori a tre mesi.

Per una permanenza fino a 3 mesi è necessario aver il passaporto valido 6 mesi e il visto turistico, per il quale è sufficiente fornire una fotocopia del passaporto all’agenzia o alla linea aerea che emette il biglietto, che inserirà i dati richiesti nella prenotazione. Per il programma Lavoro all’estero è necessario il working holiday visa, richiedibile da chiunque abbia tra i 18 e i 30 anni (31 non compiuti), che permette di vivere e lavorare nel paese per 12 mesi, rinnovabili per ulteriori 12 mesi previa una prestazione lavorativa effettuata per almeno 90 giorni in località regionali e remote dell’Australia. Si richiede e ottiene online molto semplicemente. La tassa consolare per il working holiday visa è dicirca AUD 440.

Passaporto valido almeno 6 mesi dalla data di ingresso nel Paese. Il visto è necessario per periodi superiori a 6 mesi di permanenza. Per soggiorni di breve durata esenti da visto è obbligatorio munirsi della “Electronic Travel Authorization” (eTA), valida per 5 anni dal rilascio, salvo in caso di scadenza del passaporto anteriore a tale data. Per il programma Lavoro all’estero è necessario il visto Vacanza-Lavoro, che può essere richiesto fino ai 35 anni (36 non compiuti) seguendo la procedura online. I posti sono limitati; bisogna attendere che il programma sia aperto, che l’ambasciata dia cioè il via all’accettazione delle domande, controllando l’aggiornamento sul sito www.cic.gc.ca. Qui è possibile scaricare il modulo di application, trovare l’elenco della documentazione da allegare e le informazioni sul pagamento della tassa consolare.

Passaporto con validità di 6 mesi successivi all’ingresso in Cina e visto d’ingresso. Le richieste di visto d’ingresso vanno indirizzate alle Rappresentanze diplomatico-consolari cinesi (a Roma, Milano e Firenze).

Passaporto in corso di validità. Al momento dell’ingresso nel Paese bisogna essere in possesso anche del biglietto aereo di ritorno. Per soggiorni inferiori ai 90 giorni non occorre richiedere il visto; per soggiorni superiori a 90 giorni sarà invece necessario munirsi di un visto, che potrà essere richiesto presso l’Ambasciata giapponese a Roma o il Consolato giapponese a Milano.

Passaporto necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo e il visto d’ingresso che può essere unicamente rilasciato dagli uffici diplomatico/consolari del Paese presenti in Italia. Il modulo di richiesta visto va compilato esclusivamente online sul sito http://www.indianvisaonline.gov.in/visa/.

Passaporto necessario, con validità residua di almeno sei mesi e visto d’ingresso. Si ottiene il visto direttamente all’ingresso nel Paese presso la frontiera terrestre o all’aeroporto di Kathmandu presentando il passaporto (con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo) e due foto tessera oppure in Italia presso il Consolato Onorario del Nepal a Roma.

Passaporto necessario con validità residua, rispetto alla data prevista per la partenza dalla Nuova Zelanda, di almeno 3 mesi. Non è necessario il visto per soggiorni inferiori a 90 giorni. Per il programma Lavoro all’estero è necessario il working holiday visa, richiedibile da chiunque abbia tra i 18 e i 30 anni (31 non compiuti), permette di vivere e lavorare nel paese per 12 mesi. Il visto per vacanza-lavoro può essere richiesto compilando l'apposito modulo sul sito dell'immigrazione neozelandese.

Passaporto con validità di almeno 6 mesi dalla data di scadenza del passaporto e visto di ingresso da fare prima della partenza, che si ottiene su presentazione di una lettera d’invito che invierà la scuola. Per entrare in Russia il passaporto deve essere in perfette condizioni, senza macchie, segni o il minimo strappo. All'ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione; nei principali aeroporti essa viene compilata automaticamente al controllo in frontiera.

Passaporto necessario. Richiesta validità residua di almeno 30 giorni successiva alla data di uscita prevista dal Paese, con almeno 2 pagine bianche. Fino a 90 giorni di permanenza nel Paese il visto turistico viene rilasciato direttamente al momento dell’arrivo in frontiera. Per soggiorni superiori a 90 giorni occorre richiedere il visto d’ingresso alla rete diplomatico-consolare del Sud Africa in Italia.Tutti i cittadini di nazionalità NON italiana devono verificare presso il proprio Consolato o Ambasciata di riferimento i documenti necessari per l’espatrio verso il paese prescelto. In alcuni casi infatti è necessario produrre documenti accessori al documento di identità o avviare una richiesta di visto.

TOP